Diary

XVIII – Ingenuo


DAY 18

Fare silenzio; siete mai stati in una stanza insonorizzata? Ecco, casa mia non lo era, era più piccola, ma soprattutto il silenzio non mi è mai piaciuto e neanche la mia vicina.

Inutile raccontare del nostro non rapporto, vi basti sapere che nei primi tempi in cui arrivai in quel palazzo, man mano, incontravo e mi presentavo a persone piacevoli e cordiali. Così pensando di rimanere sulla stessa onda, nel momento in cui incontrai la mia vicina, si presentò, io ricambiai, poi chiese conferma dei miei hobby.

Pensando apprezzasse, iniziai a divagare per poi venire interrotto, avvisandomi che se avessi continuato, o se avessi fatto rumore, avrebbe chiamato i carabinieri. Fu un ottimo inizio, fortunatamente ci fu anche una fine.

Nel frattempo scoprii nuove band, tra queste: Ferbegy?Athletic Meditation

Ferbegy player scordati

Dalle note:

Nascono intorno al 2009, ai piedi delle Dolomiti si formano e cercano il loro suono e spazio attraverso l’uso di strumenti tradizionali e un pizzico di elettronica”.


The NationalEmpire Line

The National player

Dalle note:

“Niente romanticismi scontati, ma il sentimento inevitabilmente riesce a trasparire attraverso alcune parti, riuscendo a catturare l’ascoltatore”.

Mentre cerco notizie su questi ultimi, ricevo una mail. Tempo prima, una domenica mattina, assonnato e senza pretese, trovai un annuncio per partecipare ad un altro evento; si trattava di una di quelle cose che provi a fare, consapevole che il numero di richieste lascia poche possibilità di essere confermati. Invece, la mail, sia pure preformattata, mi comunicava proprio il contrario, confermando la mia selezione per poter partecipare all’evento il week-end successivo. Avevo così una settimana di tempo, e decisi che con tutti quei brani trovati nel diario, avrei preparato delle playlist da ascoltare fuori casa.

Player vari scordati pagine

Tra le tracce scelte: Missincat Mother

Dalle note:

Una voce morbida e quasi adolescenziale, che dopo tre dischi si trova a condividere la scrittura insieme ad altri artisti; uno per ogni brano, rimescolando ed adattandosi di volta in volta“.


Circoboia I Think You’re Right

Circoboia player scordati

Dalle note:

“Sonorità rock, punk, un po’ di reggae sarcastico e qualche violino irlandese alcolico, tutto condito da un cantato a due centimetri dal tuo naso”.

Un’altra notifica di mail, ma questa volta il mittente è diverso, arriva da un’avvocato… leggo il contenuto della mail, e nel farlo capii che avrei dovuto prendere una decisione drastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.